Appunti
&
Varie
In ricordo di Dina
Ringraziamenti
&
Dediche



Dina Chasseur a Frantze (23 aprile 2006)

Dina Chasseur a Frantze (23 aprile 2006)

Dina Chasseur (13.03.1926 - 20.03.2010) era "l'anima" di Franze, piccolo villaggio Walser a quasi 2000 mt di quota, poco lontano dalla stazione di arrivo della funivia del Crest (Champoluc, Valle d'Ayas). Oltre che a livello locale, era molto conosciuta dagli escursionisti e da chi si avvicina alla montagna in modo non superficiale, addentrandosi nella conoscenza del territorio valdostano e delle sue genti. Le era stato dedicato un documentario, reperibile sul mercato (a Champoluc presso una fornita libreria locale) prima in VHS e poi in DVD (si veda questa pagina), dove lei esprime il suo pensiero e la sua filosofia.

Dina abitava tutto l'anno a Franze, anche in inverno (cosa non sempre facile lassù, considerato anche che era l'unica abitante del villaggio), senza la necessità di molte comodità del mondo moderno che probabilmente non le interessavano, con i suoi animali, i suoi attrezzi e quello che le serviva per una vita semplice in pace con se stessa e la montagna che la circondava. Il sentiero, specie con la bella stagione, era per lei la "voce del mondo" che portava notizie dalla valle (era sempre aggiornata). Non so se avesse radio o TV.

Non l'ho incontrata molte volte, se passavo da Frantze spesso era fuori, arrivava con un falcetto o una bottiglia di grappa come l'ultima volta che l'ho vista, nell'estate 2008, quando ha voluto offrirmene un bicchiere. A volte era in casa, la si sentiva trafficare mentre i suoi gatti prendevano il sole sui gradini di pietra. La sua casa, caratteristica ("tipica" direbbe il turista) compare su diverse pubblicazioni anche della Regione. Per quel poco che l'ho conosciuta, mi colpiva la sua vivacità e prontezza intelettuale, oltre alla sua serenità interiore, l'ho incontrata con mia sorella a distanza di due anni dalla prima volta e lei non solo si ricordava di noi (anche se al primo momento non ci ha "riconosciuti") ma dopo un attimo ha rammentato anche quello che ci eravamo detti chiaccherando. Nel 2008, grappa a parte, ha accettato di farsi fotografare con me da una ragazza di passaggio, che si era fermata a salutarla (che ancora ringrazio) con la mia macchina fotografica. E' l'ultimo ricordo che ho di lei.

Nel 2009 non sono passato da Frantze ma Dina, mi han detto, non c'era. Aveva trascorso l'inverno a valle da parenti e, quando salivo sui monti, pensavo sempre che potesse tornare a Frantze e speravo con la primavera di saperla nuovamente lassù, custode di un mondo che molti pensano sopravviva solo nei racconti. Franze sta cambiando, mi dicono (speriamo non in peggio) ma la sua casa è là e quando gli escursionisti veri, amanti della montagna, ci passeranno innanzi non potranno non ricordarla con il suo foulard colorato ed il suo sorriso, sempre pronta a due chiacchere bonarie, testimone di un'epoca in cui i montanari erano davvero in armonia con la montagna. Forse non sarebbe una brutta idea porre sulla sua casa una targa o un cartello che la ricordi e rammenti la sua filosofia ed il suo amore per  la montagna.

N.B.:questo sito non utilizza cookies in nessun modo, per maggiori informazioni vedere la pagina Informativa cookies

*

Attenzione: questa pagina fa parte del sito www.msmountain.it. Se stai leggendo questa pagina, o parte del suo contenuto, in un altro sito, o se trovi la stessa pagina priva di questa dicitura, si tratta di una riproduzione non autorizzata il cui contenuto può anche differire dalla pagina originale. Eventualmente puoi segnalare la pagina sospetta al webmaster - (c) 2015 - www.msmountain.it - Tutti i diritti riservati, nessun contenuto di questa pagina può essere riprodotto senza autorizzazione. Per informazioni sul copyright vedi Nota del webmaster.

*

Avic Images Ayas Voyages Around my world Appunti e varie
Home Page