Appunti
&
Varie
Tazze e similari
Attrezzatura
e
materiali


Argomenti correlati:

Borraccia e thermos
Tazze e similari
Posate e piatti
Coltello o attrezzo multiuso
Pentole e similari
Viveri e bevande
Fornello

Una tazza serve sempre, per bere il thé, caffè o prendere acqua da una sorgente o da un ruscello ove non si riesce a posizionare bene una borraccia. La grande utilità delle tazze, se in metallo, è però di poter essere utilizzate per scaldare direttamente la bevanda sul fornello, ma anche essere utilizzate, soprattutto quelle basse, per consumare cibi come minestre, fare colazione, ecc. Quelle in foto rappresentano le più diffuse tazze moderne ad uso escursionistico, generalmente ne porto sempre almeno una di quelle piccole nello zaino (di alluminio o in acciaio) ma se prevedo il pernottamento o il pranzo in bivacco aggiungo anche il bollitore e le ciotole basse. L'ideale, nel gruppo, sarebbe che ognuno disponesse almeno della propria personale. 

Esempi di tazze per escursionismo/trekking

Esempi di tazze per escursionismo/trekking

Da sinistra in senso orario: tazza in alluminio in alluminio con manici ripiegabili con isolamento in plastica, tazza/bollitore in acciaio, tazza in alluminio con manico fisso, ciotola bassa in alluminio con manici ripiegabili, tazza in acciaio con manici ripiegabili. Per i pesi vedere la Tabella dei pesi.

E' interessante conoscere la capacità delle singole tazze, in modo da utilizzarle se necessario come misurini (spesso in bivacco si preparano minestre pronte che richiedono un giusto quantitativo d'acqua). Alcune tazze hanno sul bordo tacche corrispondenti a 100-200-300 ml, come accade per la gavetta militare (tacche di razionamento). Per curiosità possiamo dire che la tazza in alluminio con manici in plastica contiene circa 300 ml, quella piccola in acciaio 200 ml, il bollitore-tazza in acciaio circa 400 ml. Consiglierei comunque di stare attenti ai fornelli da cucina (che si trovano a volte nei bivacchi) e non utilizzare una fiamma troppo alta, poichè queste tazze sono state pensate per i piccoli fornelli da campeggio. Per curiosità annoto che metano e gpl, utilizzati nei fornelli da cucina, hanno potere calorifico molto diverso, in particolare il gpl impiega molto più tempo a scaldare la stessa quantità di liquido che il metano (fate una prova preparando il caffè o facendo bollire il latte), non dovrebbero quindi esserci particolari rischi a scaldare queste tazze su fornelli a gpl, ma meglio mantenere la fiamma bassa in ogni caso.

Le antisegnane delle moderne tazze da escursionismo, ora oggetti da collezione

Le antisegnane delle moderne tazze da escursionismo, ora oggetti da collezione

Nella foto sopra delle tazze in metallo di tipo "antico", in ferro smaltato (attenzione che lo smalto interno non sia rovinato altrimenti presenteranno ruggine e dove arrugginisce col tempo il metallo si buca) o in alluminio, vengono ancora usate ma per procurarsele occorre rivolgersi ai mercatini dell'usato o del cosiddetto "antiquariato minore" (o cercare su internet). Anche queste possono essere utilizzate sui fornelli anzi le più grandi sono praticamente delle lattiere/bollitore, le due smaltate in foto (diametro 10 cm per 8 di altezza e 11 cm per 10 di altezza) hanno una capacità di circa 600 e  900 ml e peso circa 140 e 165 g rispettivamente.

tazza e gavettino

Tazza da trekking moderna e gavettino militare

Nella foto sopra vediamo invece il vecchio gavettino militare in alluminio dell'Esercito Italiano in uso sino alla fine degli anni 70, in alluminio, a confronto con una sua erede ovvero una moderna tazza da trekking in acciaio, capiente 400 ml, graduata e con i manici pieghevoli (una soluzione ideale). Il vecchio gavettino in alluminio, stretto da poterlo riporre all'interno della gavetta ma non comodissimo per bere, era in realtà disponibile in due versioni, di dimensioni e peso leggermente diverse e con attacco del manico pieghevole leggermente diverso. Poteva contenere 400 ml o 450 ml (entrambi per peso di circa 100 grammi a vuoto). Questi gavettini si possono trovare a pochi euro nei mercatini dell'antiquariato, spesso con il nome o le iniziali incise dai proprietari, ma anche appesi con catenelle a fontane di paesi di montagna. Questo gavettino non va confuso con quello più capiente e con manici diversi annesso alla borraccia militare anni 80.

*

Fornello a parte, in alternativa una tazza in plastica farà lo stesso lavoro, a condizione che sia plastica spessa per non spaccarsi all'interno dello zaino (i bicchieri di plastica non arriverebbero integri in vetta). I popote solitamente al loro interno contengono tazze (o bicchieri) in plastica, mai in metallo.

Tazza termica per escursionismo da 300 ml

Tazza termica per escursionismo da 300 ml

In commercio vi sono inoltre tazze termiche, simili a quelle che i bar utilizzano a volte per portare i caffè a domicilio in uffici e negozi, utili soprattutto in inverno per evitare che le bevande pur bollenti contenute nei thermos, si raffreddino in pochi minuti. Ve ne sono di varie capacità (300, 400, 500 ml, in pratica dei piccoli thermos) con e senza coperchio (in plastica, a pressione, non avvitato) non sono adatte al trasporto di liquidi nello zaino. Sono costituite, come i thermos, da una doppia parete metallica all'interno della quale c'è il vuoto. Non possono essere utilizzate sul fornello, non vanno immerse in acqua ma sciacquate sotto il getto (presumo anche per evitare che la pressione dell'acqua le deformi anche in minima misura, ricordiamo che all'interno vi è il vuoto), per una isolamento migliore si consiglia di scaldarle prima dell'uso riempiendole per qualche minuto di acqua calda, cosa non sempre possibile in escursione. Allo stesso modo possono servire per mantenere i liquidi freddi più a lungo (in questo caso si possono raffreddare prima dell'uso riempendole di acqua molto fredda). Similmente a queste tazze, esistono vere e proprie caraffe termiche, anch'esse non adatte al trasporto di liquidi nello zaino, ma solo per servire bevande calde in rifugio o comunque vicino al luogo di preparazione. 

ATTENZIONE: tutte le tazze in metallo, ad esclusione di quelle termiche, hanno la pessima abitudine di diventare roventi se usate direttamente sul fornello o di scottare se riempite con bevande molto calda (quelle in alluminio ancor di più che quelle in acciaio, poichè l'alluminio conduce meglio il calore), prestare attenzione per evitare fastidiose scottature sulle labbra o sulle dita (manici). Esistono in commercio anche tazze in metallo con bordo superiore antiscottatura in plastica o con i manici rivestiti in plastica (ve ne è una nella foto sopra), con le quali tuttavia occorre prestare attenzione che la fiamma non sia troppo alta e rischi di bruciare queste protezioni. In alternativa qualcuno suggerisce di rivestire il bordo superiore della tazza con più strati di nastro adesivo ma a mio parere è una pratica sconsigliabile, innanzitutto per lo scarsissimo isolamento, inoltre è poco igienica: il calore del liquido scioglierebbe la colla in poco tempo e il nastro si staccherebbe mentre ci bevete sopra. Le tazze di tipo termico invece hanno anche il vantaggio di non diventare roventi a causa del calore del liquido contenuto, di fatto sono antiscottatura, diventano qunaidi una soluzione ideale anche per la leggerezza a patto di non doverle scaldare sul fornello, oltre a quelle in acciaio è possibile trovarle anche in plasticam più delicate e meno efficienti.

NOTA1:l'alluminio è un materiale che non viene saldato per cui i manici vengono fissati con "bottoni" (di alluminio) pressati. E' possibile che con l'uso (anche per la dilatazione del metallo dovuta al calore) che la tenuta di questi bottoni venga a mancare, creando delle piccole fessura dalle quali il liquido tende a gocciolare all'esterno. A questi malaugurati casi non vi è modo di rimediare se non con una stagnatura. L'alluminio in ogni caso tende ad annerire col tempo nei punti di sfregamento, inoltre è altamente sconsigliato mantenerci all'interno cibi per periodi lunghi, soprattutto caffè, perchè tende a rilasciare metallo nel cibo. La questione della tossicità dell'alluminio è comunque incerta e molto dibattuta.

NOTA2: è facile in alcuni siti web trovare usato il termine "gavettino" per indicare le tazze uso trekking in analogia con il gavettino di tipo militare che è una tazza in metallo, solitamente alluminio, con manici ripiegabili sagomata in modo da incastrarsi sul fondo della borraccia (militare) ed occupare meno spazio. In effetti anche molte tazze da trekking riscono a incastrarsi sul fondo delle borracce da trekking a bottiglia. Allo stesso modo il termine "gavetta" viene spesso usato per indicare popote e set di pentole da campeggio/trekking o portavivande analoghi di uso civile anche se la vera gavetta è quella per uso militare.

*

Nota: le immagini sono riportate solo a titolo esemplificativo. I marchi ed il copyrigth dei materiali e prodotti esposti appartengono ai legittimi proprietari.

N.B.:questo sito non utilizza cookies in nessun modo, per maggiori informazioni vedere la pagina Informativa cookies

*

Attenzione: questa pagina fa parte del sito www.msmountain.it. Se stai leggendo questa pagina, o parte del suo contenuto, in un altro sito, o se trovi la stessa pagina priva di questa dicitura, si tratta di una riproduzione non autorizzata il cui contenuto può anche differire dalla pagina originale. Eventualmente puoi segnalare la pagina sospetta al webmaster - (c) 2019 - www.msmountain.it - Tutti i diritti riservati, nessun contenuto di questa pagina può essere riprodotto senza autorizzazione. Per informazioni sul copyright vedi Nota del webmaster.

*

Avic Images Ayas Voyages Around my world Appunti e varie
Home Page