Appunti
&
Varie
Fornello
Attrezzatura
e
materiali


Argomenti correlati:

Borraccia e thermos
Tazze e similari
Posate e piatti
Coltello o attrezzo multiuso
Pentole e similari
Viveri e bevande
Fornello

In commercio vi sono moltissimo fornelli da campeggio, solitamente a gas butano o propano utilizzati per escursionismo, oltre ad alcuni, molto costosi, adatti per l'alta quota (spedizioni e situazioni particolari) che funzionano perlopiù a benzina e kerosene, valutate sempre l'ingombro ed il peso, oltre alla reperibilità e all'intercambiabilità delle bombole di ricambio. Per l'utilizzo in bivacco non vi sono particolari problemi (l'importante è posizionarlo su una base stabile, come può essere il tavolo), in tenda occorre utilizzarli nell'abside per essere al riparo dal vento, all'aperto occorre provvedere ad un riparo di fortuna dietro massi o utilizzando giacche/mantelle eventualmente sorrette dai bastoncini da trekking.

Fornello a gas con bombola.

Fornello a gas con bombola. Gli appoggi per la pentola sono ripiegabili

Per verificare se la bombola contiene ancora gas, prima della partenza, un consiglio (ispirato dal sito www.housegate.net) può essere quello di pesarlo. Poichè la bombola una volta installata non può essere rimossa fino ad esaurimento (nel senso senso che non  possibile richiuderla) occorre pesare fornello e bombola montata, con una bilancia abbastanza precisa (da cucina, non da persone, il margine di errore sarebbe troppo grande), dopo aver fatto due prove con quel fornello, rispettivamente a bombola piena e vuota, annotandosi i risultati. In questo modo ci si può regolare di conseguenza.

*

Fra escursionisti ed alpinisti era molto popolare il fornello qua sotto riportato come esempio (ora non più reperibile in commercio), detto "globetrotter" fornito con due pentole proprie, con manico smontabile. Il fornello si smonta e le due pentole, incastrandosi l'una con l'altra, ne costituiscono il rubusto contenitore dove i componenti, bombola compresa, vengono riposti, che vien poi chiuso con una cinghia. Un ottimo modo di razionalizzare lo spazio nello zaino. Lo svantaggio del sistema è che, data la forma degli appoggi per le pentole (visibili in foto) è molto comodo utilizzare le sue pentole in dotazione ma non è possibile impiegarne altre, se occorre, soprattutto di dimensioni più grandi, perchè l'appoggio risulterebbe precario.

Fornello detto "globetrotter"

Fornello detto "globetrotter" al Biv. Regondi-Gavazzi

Esistono inoltre fornelli a combustibile solido (detti anche fornelli a meta), che bruciano delle piccole tavolette direttamente a contatto con l'aria. Li trovate, oltre che nei negozi sportivi (escursionismo, camping, pesca e nautica) anche in quelli che trattano articoli di tipo militare o per sopravvivenza. Necessitano di un po' di pratica per regolare la quantità di combustibile per le nostre necessità, anche perchè una volta acceso occorre lasciarlo consumare (non si può chiudere il "rubinetto del gas").

Il modello qua riportato come esempio può servire a scaldare piccoli pasti (come una zuppa) o bevande (the, ecc.), è di piccole dimensioni (chiuso misura circa cm 10x7,5x2) e sta comodamente in tasca con al suo interno una confezione di 6 pastiglie di combustibile, per un peso di 85g il fornello e 90g per la confezione di combustibile. In pratica è costituito da una base con incavo per appoggiare fino ad 1 zolletta e mezza di combustibile e due "ali" apribili a 90° ed a 45° a scatto per sostenere pentole di diverso diametro costituenti anche il coperchio per la base quando richiusa (una scatola di 6 tavolette di combustibile trova coì posto all'interno del fornello stesso). Il combustibile è atossico e, a mio parere, non dovrebbe prendere mai umidità  (la confezione è sigillata ma occorrebbe aprirla in modo da tenere il più possibile protette le zollette che non vengono usate). Un'altro consiglio potrebbe essere quello di non posarlo su di un tavolo o base in legno perchè scaldandosi potrebbe danneggiarlo, meglio posarlo su pietra (ad esempio un davanzale di baita) e ovviamente dovrà essere lasciato raffreddare prima di riporlo.Questi fornelli hanno comunque un costo contenuto (attorno ai 9-13 Euro senza le tavolette, circa 5-6 Euro per una confezione di tavolette di combustibile, primavera 2010). Altri modelli, similmente al "globetrotter", permettono di riporre il fornello (cilindrico) all'interno del pentolino, in dotazione, per il trasporto.

Fornello a combustibile solido aperto Fornello a combustibile solido chiuso
Fornello a combustibile solido aperto con la sua confezione di pastiglie di combustibile (6 zollette suddivisibili ulteriormente i 4 pezzi ciascuna) Fornello a combustibile solido chiuso.
Gli appoggi si ripiegano e custodiscono all'interno la confezione di 6 pastiglie di combustibile.

Purtroppo in rete non ho trovato molte informazioni sull'uso di questi fornelli, aggiornerò la pagina appena lo avrò collaudato. Un fornelletto di questo tipo è compreso nelle famose "Razioni K" utilizzate dai militari (in particolare lo si trova in quelle impiegate dall'Esercito Italiano).

*

Nota: le immagini sono riportate solo a titolo esemplificativo. I marchi ed il copyrigth dei materiali e prodotti esposti appartengono ai legittimi proprietari.

N.B.:questo sito non utilizza cookies in nessun modo, per maggiori informazioni vedere la pagina Informativa cookies

*

Attenzione: questa pagina fa parte del sito www.msmountain.it. Se stai leggendo questa pagina, o parte del suo contenuto, in un altro sito, o se trovi la stessa pagina priva di questa dicitura, si tratta di una riproduzione non autorizzata il cui contenuto può anche differire dalla pagina originale. Eventualmente puoi segnalare la pagina sospetta al webmaster - (c) 2015 - www.msmountain.it - Tutti i diritti riservati, nessun contenuto di questa pagina può essere riprodotto senza autorizzazione. Per informazioni sul copyright vedi Nota del webmaster.

*

Avic Images Ayas Voyages Around my world Appunti e varie
Home Page