Appunti
&
Varie
Apparecchi a dinamo /fotovoltaici
Radio
Attrezzatura e
materiali



Vengono qua riportati alcuni apparecchi disponibili sul mercato negli ultimi anni ma che in realtà si rifanno a tecnologie di produzione in proprio dell'energia elettrica già esistenti da parecchio tempo, basti pensare i telefoni da campo a manovella utilizzati già durante il primo conflitto mondiale. Il sistema di alimentazione è abbastanza semplice in quanto non è poi molto diverso dalla comune dinamo di una bicicletta: il movimento di una manovella o di altro sistema meccanico azionato dell'utilizzatore mette in movimento una piccola dinamo che ricarica una batteria interna. L'utilizzo di questi apparecchi ed attrezzature va ovviamente dal campeggio, all'escursionismo, alla vita quotidiana ed a tutti i casi in cui può essere necessario avere in casa, in auto o con sé, un apparecchio che si autoalimenta (per interruzioni della rete elettrica in conseguenza a calamità naturali ad esempio) e ci si trova sprovvisti di batterie o nell'impossibilità di ricaricarle. Oltre alla funzione principale questi apparecchi, pensati per l'utilizzo in situazioni di emergenza, hanno spesso funzioni accessorie, come la possibilità di ricaricare i telefoni cellulari o integrano in se funzioni di più apparecchi contemporaneamente. Questi apparecchi sono ovviamente autosufficienti ed ecologici in quanto per la loro carica non servono né elettricità né batterie.

Una curiosità: se ricaricate un apparecchio a dinamo (con la apposita manovella) in una stanza ove si trova un televisore con decoder per il digitale terrestre potreste notare disturbi al segnale per interferenza col campo elettrico generato dalla dinamo stessa (personalmente mi è accaduto con la torcia elettrica qua presentata, anche a qualche metro di distanza, mentre la radio Eton FR 350 non ha dato luogo ad inconvenienti).

Oltre agli apparecchi a manovella sul mercato sono stati introdotti anche alcuni apparecchi a batteria alimentata da piccoli pannelli fotovoltaici (torce elettriche, lampade ma anche radio), e perfino pannelli fotovoltaici veri e propri da fissare sullo zaino per ricaricare telefoni ed altre apparecchiature.

Torcia elettrica a dinamo e/o pannello fotovoltaico

Torcia elettrica a 3 led, a dinamo, azionata da manovella

Torcia elettrica a 3 led, a dinamo, azionata da manovella (peso 130 g)

Uno dei casi più frequenti di applicazione in ambito moderno delle dinamo azionate dall'utilizzatore è quello delle torce elettriche. Ve ne sono di vari modelli, acquistabili anche in supermercato (i modelli più semplici come quello in foto), generalmente a led a basso consumo, con la possibilità di accendere uno o più di uno simultaneamente in modo da variare l'intensità del flusso luminoso e dosare l'energia. la ricarica può avvenire con una manopola da azionare a stantuffo (meno comoda in quanto occorre stringere e rilasciare la torcia nel pugno per azionare la leva di carica), a manovella (più comoda) oppure anche con un cordino che viene tirato e rilasciato (meccaismo adalogo a quello di alcune atomobiline giocattolo di una volta). L'autonomia varia a seconda dei modelli ma in genere con  1 minuto di azionamento della manovella si può arrivare a 25-30 minuti di luce. I modelli più sofisticati dispongono di adattatori per la ricarica d'emergenza dei telefoni cellulari.

Piccola torcia elettrica a due led a dinamo e pannello solare

Piccola torcia elettrica a due led a dinamo e pannello solare (peso 30 g)

Vi sono anche modelli di torcia elettrica e di lampada da campeggio/tenda che oltre alla ricarica a manovella dispongono anche della possibilità di ricaricarsi tramite un piccolo pannello fotovoltaico (alcune hanno alimentazione batterie/fotovoltaico anzichè manovella/fotovoltaico). Il modello in foto è molto piccolo, praticamente una torcia portachiavi, ma fa comunque abbastanza luce per illuminare una piccola tenda o per situazioni di emergenza. Occupando poco spazio e pesando solo 30 grammi (moschettone compreso), il corpo ha dimesioni circa cm 5,5x3,5x2, può essere sempre tenuto nello zaino anche per situazioni in cui non si prevede la necessità di una torcia più potente. Se appeso all'esterno dello zaino si ricarica semplicemente con il sole. Vi sono modelli con anche funzione di luce lampeggiante. I produttori consigliano di ricaricarla un poco ogni tanto per mantenere in efficienza la batteria (vedere istruzioni).

Radio-ricevitore a dinamo e/o pannello fotovoltaico

Un altro apparecchio che è possibile trovare in commercio negli ultimi anni, in diverse versioni con funzioni di "emergenza" è la radio. Di diverse forme e dimensioni e prodotte da svariate ditte, queste radio, oltre alla comune ricezione di bande AM ed FM, comprendono solitamente le frequenze in SW (onde corte).

Radio a dinamo, con adattatore per ricarica telefoni cellulari ed alimentatore rete

Radio a dinamo, con adattatore per ricarica telefoni cellulari ed alimentatore rete (Etòn FR350)

Il modello in foto può essere ricaricato con dinamo a manovella (non dispone di pannello fotovoltaico) o con alimentazione da rete elettrica, è impermeabile all'acqua (nel senso di gocce ed umidità, ovviamente non è subacqueo e non è consigliata l'immersione), con guarnizioni in gomma (un sottile O-ring sigilla le due parti dello scafo), riceve AM, FM, SW (suddivise in 8 bande) ed integra una torcia elettrica di emergenza/luce lampeggiante di emergenza (rossa) a led, sirena di emergenza, ha la possibilità di fungere da carica batterie di emergenza per telefoni cellulari (in foto sono visibili il cavo e gli spinotti di collegamento per i modelli più comuni, la radio è precedente l'adozione del connettore micro-USB come standard per i cellulari moderni). Come detto l'alimentazione può essere a rete (alimentatore in foto sopra), a batteria interna ricaricabile a rete o con la dinamo azionata dalla manovella, a 3 batterie AA (ricaricabili esternamente o non ricaricabili), a dinamo (ovvero azionando la manovella senza ricaricare la batteria interna).

La stessa radio della foto precedente aperta

La stessa radio della foto precedente aperta

La foto sopra mostra la radio Etòn FR350 aperta per una riparazione (nella fattispecie si è rotta la plastica dello scafo attorno alla vite che ci teneva fissata l'antenna). Nell'immagine sono visibili:

    1-pacco batterie ricaricabili (costituito da 3 batterie AAA in un involucro con contatti, collegato alla radio da una coppia di fili)
    2-manopole per sintonizzazione e volume
    3-viti varie
    4-antenna (scollegata)
    5-fianchi ad incastro e "vetrino" della torcia elettrica
    6-manovella collegata alla dinamo interna da alcuni ingranaggi

La radio è stata concepita in modo essenziale e spartano ma completo, ha un sintonizzatore analogico, non comprende tasti a sfioramento o display ed è abbastanza robusta. Oltre alle funzioni di emergenza, può essere utile in tutte le situazioni in cui ci si trovi nella necessità di ascoltare notiziari e bollettini e si resti sprovvisti di batterie o in assenza di energia elettrica (calamità naturali), in rifugio/bivacco (con l'accortezza di non disturbare gli altri, dispone anche di attacco mini-cuffie) oppure in alpeggio, per chi fa trascorre giorni lassù senza poter scendere a valle spesso, oggi un po' meno di un tempo in quanto molte volte anche gli alpeggi sono dotati di energia elettrica, e per fare del semplice radioascolto, ovvero ascoltare le trasmissioni comuni ma anche quelle delle stazioni estere che trasmettono su SW anche se non è un vero ricevitore miultibanda (non dispone delle funzioni più dedicate al radioscolto). A tal proposito si ricorda che la propagazione a lunghe distanze delle onde corte è migliore la sera, la notte e la mattina presto per la minore interferenza del vento solare e diversa ionizzazione dell'atmosfera, è comunque influenzata dall'intensità dello stesso e della radiazione cosmica in genere. Per conoscere come la radiazione solare influenza la propagazione delle onde radio, suddivise nelle diverse bande, vedere anche questa pagina.

Come accennato esistono modelli di radio di emergenza che oltre alla manovella hanno anche un piccolo pannello fotovoltaico incorporato, utile per non trovarla mai completamente scarica. Queste radio si sono diffuse essenzialmente dopo il 2009-2010, il modo più comodo per comperarle è cercare su internet.

*

Nota: le immagini sono riportate solo a titolo esemplificativo. I marchi ed il copyrigth dei materiali e prodotti esposti appartengono ai legittimi proprietari.

N.B.:questo sito non utilizza cookies in nessun modo, per maggiori informazioni vedere la pagina Informativa cookies

*

Attenzione: questa pagina fa parte del sito www.msmountain.it. Se stai leggendo questa pagina, o parte del suo contenuto, in un altro sito, o se trovi la stessa pagina priva di questa dicitura, si tratta di una riproduzione non autorizzata il cui contenuto può anche differire dalla pagina originale. Eventualmente puoi segnalare la pagina sospetta al webmaster - (c) 2015 - www.msmountain.it - Tutti i diritti riservati, nessun contenuto di questa pagina può essere riprodotto senza autorizzazione. Per informazioni sul copyright vedi Nota del webmaster.

*

Avic Images Ayas Voyages Around my world Appunti e varie
Home Page