Escursione
E07
Lago Vernoille (mt. 2145)
Lago Raty (mt. 2284)
Valle di
Champorcher

 Lago de Raté

Lac de Raté (01 ottobre 2005)



Ultimo aggiornamento della pagina: 19-09-2011

Partenza: Champorcher - parcheggio dopo Petit Mont Blanc (mt. 1766)
Difficoltà: E
Periodo consigliato: giugno/ottobre
Dislivello: mt. 379 da partenza a Lac Vernoille, mt. 518 da partenza a Lago Raty, mt. 641 da partenza al secondo colletto. Considerati i saliscendi sono circa 690 mt da partenza al secondo colletto
Segnavia: 9A-9C-9D-10-10C
Tempi percorrenza: salita ore 1.25 fino al Lac Vernoille, ore 2.35 fino al Lago Raty (ore 0.50 da Lago Vernoille a Lago Raty), ore 0.25-0.30 da Lago Raty al secondo colletto, discesa dal Lago Raty per sentiero 9A fino a punto di partenza ore 1.00 (dal 2° colletto circa ore 1.20). Anello completo ore 3.35 con arrivo al Lago Raty, ore 4.20 con arrivo al secondo colletto.
Acqua: portarla, sorgente sul sent. 9A nel tratto in cui aggira il Bec de Raty, fontane asciutte negli alpeggi tranne che in quello ristrutturato, ruscelli vari.
Note: si può in alternativa scendere a Dondena dal secondo colletto per il sentiero 9A e ritornare percorrendo la strada poderale da Dondena fino al punto di partenza, prolungando di circa 30-40 minuti (tempo stimato). Il Lago Raty è talvolta indicato col francese Lac de Raté.
Precauzioni particolari: nessuna, tratto leggermente ripido sul sent. 9A che aggira il Bec de Raty
Equipaggiamento particolare: nessuno, consigliate comunque scarpe da trekking medio
Tracciato GPS: tracciato 75 (anello sino al Lago Raty di lunghezza topografica = 7,950 km)
Immagine tracciato GPS: clicca qui
Mappa Open Street Map: OSM Mapnik



PREMESSA

Escursione facile su sentieri non molto battuti ma perlopiù ben segnati, che tocca alcuni fra i laghi minori della Valle di Champorcher, con una serie di saliscendi che tagliano trasversalmente tre valloni diversi. E' una alternativa alle passeggiate classiche che portano verso il Colle del Lago Bianco ed il Rifugio Barbustel, adatta anche ai periodi di bassa stagione per la quota modesta.

ITINERARIO (sent. 10-10C-9A, tracciato GPS n° 75)

Risalire la valle di Champorcher sino al capoluogo (Chateau) e svoltare a destra per una strada seminascosta subito dopo la doppia curva al centro del paese (l'indicazione è Municipio/Dondena, quest'ultima non molto visibile), sino alle case sparse di Petit Mont Blanc dove la presenza di auto in uno slargo individua il punto di partenza del sentiero 10-10c per il Rifugio Barbustel (sulla destra, segnali, steccato). Si parcheggia qua (park) o poco più avanti ai bordi della strada che sale a Dondena (il primo tratto è stato di recente grossolanamente asfaltato) e poi al Lago Miserin. La percorreremo nel ritorno (è segnata anche come sent. 9B). Si sale lungo il sentiero per il Rifugio Barbustel, con alcuni tornanti che poi immettono in un ripido vallone, tralasciando due deviazioni a destra, poco visibili che portano alle baite di Cort, visibili dall'alto. Si passa il torrente su un ponticello di legno che segna l'inizio del Parco del Mont Avic (ponte1) e poi un bivio evidenziato da un segnale su palina per il sent. 10f (a destra, bivio1, ore 0.35 dalla partenza). Proseguiamo sul sentiero principale che compie una curva a sinistra e poi torna a destra per proseguire per il Lago Muffè e Rif. Barbustel.

A metà curva un segnale dipinto sui sassi evidenzia l'inizio del sent. 9C per il Lago di Vernoille (bivio2, ore 0.05 dal bivio1, ore 0.40 totali), svoltiamo e dopo una zona di pascolo e pini radi, ci si immette in un valloncello attraversato da un ruscello. Si trascura una traccia che scende ed appare più in basso (bivio3) per superare il ruscello (ruscello1, ore 0.10 dal bivio2, ore 0.50 totali), e proseguire su quella alta che sale diagonalmente, sempre evidente. Ci muoviamo trasversalmente ai valloni che scendono verso la poderale per Dondena. Poco più avanti appare una baita isolata (Avernoill, ore 0.10 dal ruscello1, ore 1.00 totali), la si raggiunge e dopo essa ne appare una seconda più in alto. Non raggiungiamo la seconda baita (che appare ristrutturata, riporta la data 2000 sotto il colmo) ma poco innanzi esso si individua una traccia che porta verso essa (bivio4). Trascuriamo anche questa deviazione per proseguire sul sentiero principale che sale sempre con moderata pendenza sino ad un altra diramazione (bivio5) che segna l'inizio del sentiero 9D. Questa traccia, meno utilizzata ed evidente, in pratica riporta alla baita ristrutturata e poi direttamente al Lago Muffè in corrispondenza del bar ristoro.

Seguendo il sentiero 9C, meno evidente perché il terreno si fa più sassoso, sempre con moderata pendenza si compie un'ampia curva e si raggiunge finalmente il Lago Vernoille (o Vernouille, Lago verno, ore 0.25 da Avernoill, ore 1.25 dalla partenza).

Il sentiero prosegue sulla sinistra, sale a mezzacosta la collinetta che circonda il lago e poi si immette in uno stretto valloncello. Prosegue diritto a superare un primo salto, poi appare un pendio ricoperto di grossi massi. Il sentiero prosegue sulla destra risalendo sino alla cresta, dove un ometto individua il colletto a quota 2279 mt (colletto, ore 0.20 dal Lago vernoille, ore 1.45 dalla partenza). Dal colletto sono visibili il lago Vernoille seminascosto, l'alpeggio nuovo costruito vicino al Lago Muffè e, dall'altro lato, una serie di falsipiani con baite sparse e la conca lontana del Lago Raty. Si scende ora dall'altro lato con un percorso più sassoso che attraversa anche zona di pietraia (nulla di problematico), in particolare il waypoint pietraia è posto nel punto di maggio affollamento di massi, poi si arriva alle spalle di una prima baita seminascosta (A Raty1, ore 0.15 dal colletto, ore 2.00 totali), oltre la quale la traccia sull'erba è meno evidente.

Raggiungiamo comunque una seconda baita (A Raty2, ore 0.05 dalla precedente) dietro la quale trovano posto una bella fontana in pietra (sempre asciutta) ed un laghetto. Si passa dinanzi al laghetto cercando la traccia, seminascosta dai sassi per poi puntare decisi verso alcuni ometti tozzi in pietra oltre i quali si erge una terza baita, stavolta ristruttutrata (A Raty3, ore 0.10 da A Raty2, ore 2.5 totali). Da questa zona è possibile salire anche il vicino Bec Barbasse, seguendo la cresta (bivio6, poco prima della baita nuova ma è indicativo perché per Bec Barmasse non c'è una traccia evidente). Oltrepassata la baita sul davanti, si prosegue scendendo leggermente di qualche metro poi sempre a mezzacosta sino ad un altro ruscello, oltre il quale i numeri 9C e 9A su pietra individuano la diramazione che qua viene proposta per la discesa (bivio7, ore 0.10 dalla baita A Raty3, ore 2.25 totali). Per raggiungere il Lago Raty si svolta a destra, risalendo all'incirca lungo il ruscello (in alcuni tratti il sentiero è meno evidente poiché sassoso) sino ad arrivare al lago immerso in una conca (Lago Raty, ore 0.10 da bivio7, ore 2.35 totali dalla partenza).

Dal Lago Raty si può salire in 25-30 minuti il ripido tratto di sentiero (sempre 9C, non compreso nel tracciato GPS n° 75 causa il sopraggiungere del maltempo) fino ad un secondo colletto a mt. 2407. Da questo colle possiamo vedere la conca terminale della valle di Champorcher (Dondena non è visibile dal colle ma si può proseguire un poco in cresta che non  è altro che la sommità del Bec de Raté dove è facile vedere alpinisti impegnati in arrampicata) ed il Lago del Giasset (mt. 2284) appena sotto il colle, nonché le pendici del Mont Glacier (mt. 3185) massima elevazione del parco.

RIENTRO (sent. 9D-9B, tracciato GPS n° 75)

Per variare e non ripercorrere tutto il sentiero percorso all'andata si può scendere per il sentiero 9a (non compare su alcuni opuscoli del parco) che parte in corrispondenza del bivio7, accanto al ruscello. dal Lago Raty (o dal 2° colletto) si ritorna al bivio7e poi si segue il segnale dipinto su pietra, verso destra. Il sentiero 9a scende lungo il torrente, alla sua destra e a sinistra della baita dell'Alpe Raty Inf., poi si abbassa poi in una zona di prati dove si porta sull'altro versante della valletta. Prosegue rettilineo passando alla base di alcune pietraie (a sinistra) e inizia a scendere più ripido con una serie di tornanti per aggirare la parete verticale del Becco Raty (Bec de Raté). Appena dopo la prima curva si trova una sorgente (sorgente, ore 0.15 dal Lago Raty, ore 2.50 totali dalla partenza, senza contare il tratto Lago Raty - 2° colletto). La discesa è abbastanza veloce ma ma richiede un minimo di attenzione poiché il percorso è ripido e sassoso. Una volta alla base del Becco di Raty si torna sotto gli alberi e si piega decisamente a sinistra, in un falsopiano, raggiungendo una sterrata e poco dopo le baite di Alpe Tsapy (o Chapy), dalle quali si ha accesso ad altre baite poco distanti (A Tsapy, ore 0.20 dalla sorgente, ore 3.10 dalla partenza). Presente anche qua una fontana in pietra, asciutta.

La sterrata scende leggermente sulla sinistra e raggiunge la strada principale per Dondena (poderale, segnale su palina, ore 0.05 da Alpe Tsapy, ore 3.15 totali). Da qua seguendo la strada (numerata anche come 9B) in circa 20 minuti si torna al punto di partenza (tempo totale ore 3.35).

Dal 2° colletto in alternativa si può scendere, sul versante opposto a quello di salita, verso il Lago Giasset e poi Dondena da dove si torna al punto di partenza seguendo sempre la sterrata, prolungando l'escursione di circa 40 minuti (tempo stimato). In questo modo si traversano tre valloni laterali.

N.B.:questo sito non utilizza cookies in nessun modo, per maggiori informazioni vedere la pagina Informativa cookies

*

Attenzione: questa pagina fa parte del sito www.msmountain.it. Se stai leggendo questa pagina, o parte del suo contenuto, in un altro sito, o se trovi la stessa pagina priva di questa dicitura, si tratta di una riproduzione non autorizzata il cui contenuto può anche differire dalla pagina originale. Eventualmente puoi segnalare la pagina sospetta al webmaster - (c) 2015 - www.msmountain.it - Tutti i diritti riservati, nessun contenuto di questa pagina può essere riprodotto senza autorizzazione. Per informazioni sul copyright vedi Nota del webmaster.

Galleria fotografica dell'escursione
Escursioni Gallerie fotografiche Rifugi e bivacchi Mappe schematiche

*

Avic Images Ayas Voyages Around my world Appunti e varie
Home Page