Rifugi
e
bivacchi
Bivacco Regondi-Gavazzi
Valle di Ollomont

Il Bivacco Regondi-Gavazzi verso sera (22 agosto 2008)

Il Bivacco Regondi-Gavazzi verso sera (22 agosto 2008)

Si trova su un promontorio roccioso che domina la Comba des Eaux Blanches, a poca distanza dal Lago de La Leita e da altri pittoreschi laghetti. Costruzione in legno del 1995, in sostituzione del precedente bivacco a "semibotte" risalente al 1952 dedicato all'alpinista Nino Regondi, come base di appoggio per salite alpinistiche al Mont Gelè, Mont Clapier e Catena del Morion, può essere posto tappa dell'Alta Via 1 e Tour des Combins (TDC) anche se leggermente spostato rispetto ai suddetti percorsi. Malgrado la quota relativamente modesta il bivacco si trova in una zona molto fredda causa anche i venti che scendono dal Mont Gelé ed in prossimità di nevai.



Denominazione: BIVACCO NINO REGONDI - PIETRO GAVAZZI
Località: Lago de La Leita
Altitudine: 2597
Apertura:  permanente
Proprietario: Club Alpino Italiano - Sezione di Desio (MI) e Sezione di Bovisio Masciago (MI)
Gestore: Club Alpino Italiano - Sezione di Desio (MI) e Sezione di Bovisio Masciago (MI)
Telefono rifugio: non presente
Posti: 16
Locale invernale: posti 16
Accesso: da Glassier (Ollomont) in circa ore 3.20 (sentiero6), da Ollomont in circa ore 4 (sentiero 6-7-Alta Via 1), v. escursioni correlate
Escursioni correlate: EAV07 (include percorso di accesso da Glassier)
Sito internet: Sito Ufficiale CAI DesioSito CAI Bovisio Masciago
Coordinate UTM (WGS84): E371297, N5081691 (rilevate il 23 agosto 2008, dinanzi ingresso)
Mappa Open Street Map: OSM Mapnik


Note 

Malgrado vengano annotati 16 posti letto (16 materassi presenti) volendo si riesce a pernottare anche in 18-20 persone. Presenti all'interno due tavoli lignei tipo area pic-nic un poco ingombranti e numerosi appendiabiti, pala per neve all'esterno, coperte e cuscini in abbondanza, mancano fornello e altro per cucinare, al momento del mio passaggio non erano presenti viveri di emergenza (tranne qualcosa lasciato da qualche escursionista) e nei pressi non vi è acqua se non quella del lago, occorre almeno raggiungere il torrente sorgivo sul sentiero per la Fenetre Durand, oltre il Lac de La Baseya, a circa 25' di cammino. Ricezione del telefono cellulare nulla, come in tutto il vallone. Da luglio 2016 il bivacco dispone di illuminazione interna ed esterna alimentata da pannelli fotovoltaici installati dal Cai Desio.

E' superfluo ricordare che nei bivacchi l'ordine e la pulizia sono affidate all'educazione dei visitatori (almeno spazzare le briciole), come è buona abitudine lasciare un piccolo contributo di viveri confezionati e non velocemente deperibili.

N.B.:questo sito non utilizza cookies in nessun modo, per maggiori informazioni vedere la pagina Informativa cookies

*

Attenzione: questa pagina fa parte del sito www.msmountain.it. Se stai leggendo questa pagina, o parte del suo contenuto, in un altro sito, o se trovi la stessa pagina priva di questa dicitura, si tratta di una riproduzione non autorizzata il cui contenuto può anche differire dalla pagina originale. Eventualmente puoi segnalare la pagina sospetta al webmaster - (c) 2015 - www.msmountain.it - Tutti i diritti riservati, nessun contenuto di questa pagina può essere riprodotto senza autorizzazione. Per informazioni sul copyright vedi Nota del webmaster.

Galleria fotografica del rifugio
Escursioni Gallerie fotografiche Rifugi e bivacchi Mappe schematiche

*

Avic Images Ayas Voyages Around my world Appunti e varie
Home Page