Escursione
EVA22
Santuario di Retempio (mt. 1466) Valle
 di Champorcher

Santuario di Retempio (22 settembre 2012)

Santuario di Retempio (22 settembre 2012), in sfondo l'alpeggio/dortoir



Ultimo aggiornamento della pagina:  24-09-2012

Partenza: Pontboset, capoluogo (mt. 761) oppure Pontboset, Loc. Crest Desot (mt. 1096) (*)
Difficoltà: E
Periodo consigliato: maggio/ottobre
Dislivello: mt. 705 da Pontboset a Retempio, mt. 370 da Crest Desot a Retempio
Segnavia: 2-Alta Via 2
Tempi percorrenza: ore 0.55 da Pontboset (inizio sentiero presso ponte romano su Torrente della Manda) a Crest Desot, ore 1.15 da Crest Desot a Retempio (ore 2.15 da Pontboset, inizio sentiero a Retempio), discesa circa ore 1.00 da Retempio a Crest Desot, ore 0.45 da Crest Desot a Pontboset, inizio sentiero (tot. ore 1.45 da Retempio a Pontboset, inizio sentiero).
Acqua: Pontboset, Crest Desot, Alpeggio e Santuario di Retempio
Note: passeggiata in bassa montagna fra i boschi, molti indicata in primavera o autunno, percorso di interesse religioso
Precauzioni particolari: gran parte del sentiero è lastricato, può rivelarsi scivoloso se umido o in caso di pioggia
Equipaggiamento particolare: bastoncini da trekking o nordic walking, scarpe da trekking medio
Tracciato GPS: tracciato 89 . In corsivo nel testo i riferimenti ai waypoint del tracciato GPS.
Immagine tracciato GPS: clicca qui
Mappa Open Street Map: OSM Mapnik

(*) alcune carte riportano Crest Dessous e Crest Dessus in luogo di Crest Desot e Crest Damon




PREMESSA

Retempio è uno dei santuari caratteristici della bassa valle, eretto sul contrafforte fra il Vallone di Brenve (Gomba) ed il vallone che dà accesso al Colle di Posseuil (collegamento con i valloni di Donnas). L'escursione è di quelle che si volgono a basse quote, con percorsi essenzialmente fra boschi di latifoglie e conifere, su sentieri poco conosciuti se non a livello locale e con segnavia a volte carente, consigliata soprattutto in primavera ed autunno, non in estate (caldo afoso nel bosco a bassa quota). L'escursione, che può essere completata con il collegamento all'alpeggio di Vallesomma ed al Colle di Posseuil, si sviluppa sul percorso dell'Alta Via 2, nelle tratte che solo ultimamente cominciano ad essere note e frequentate. La segnaletica è presente come segnali su palina e segnavia Alta Via 2 su pietra posizionati soprattutto nei bivi, il n° 2 (comunale) è presente solo sul basamento del terrazzo antistante il santuario e non compare in alcune carte escursionistiche (2012). Il sentiero in gran parte è lastricato ed è costellato di edicole votive a partire dal centro del paese sino al bivio con il sent. 2B (lungo il quale dal basso se ne intravedono altre), per un totale di quasi una ventiina da Pontboset al bivio stesso. Nei dintorni di Pontboset, paese incassato nella stretta valle di Champorcher e lungo le rive del Torrente Ayasse, si trovano inoltre alcuni ponti romani (sul torrente Ayasse e sui torrenti provenienti dai valloni laterali), che possono essere visitati con una veloce passeggiata.

Sono presenti due posti tappa in zona: il Dortoir Retempio presso il Santuario di Retempio (non ancora ultimato e non attivo nel 2012) ed il Dortoir Crest situato nell'alpeggio di Crest Damon (9 posti letto, tel. 328-0514516), sul percorso dell'Alta Via 2 (non ho informazioni su queste strutture, chi volesse fornirmele può farlo a mezzo email). A Crest Desot inoltre è presente un bar-ristorante (La Louye su La Goumba, tel. 328-0514516), della stessa gestione del Dortoir Crest.

ITINERARIO DA PONTBOSET SINO A CREST DESOT (difficoltà T, sent. 2-AV2, tracciato GPS n° 89)

Raggiungere Pontboset dalla strada statale della Valle di Champorcher, arrivati al capoluogo non entrare in paese dalla strada che devia sulla sinistra e scende nel nucleo abitativo, ma superare di poco l'abitato per poi scendere da una seconda strada (indicazioni per Crest e Santuario di Retempio). Si percorrono alcuni tornanti, lasciando sulla sinistra un ponte romano sul torrente Ayasse, poi troviamo un parcheggio ed il ponte nuovo sul torrente Ayasse, accanto ad un altro ponte romano. E' possibile parcheggiare in paese o proseguire lungo la strada per Crest, che svolta a destra e raggiunge un terzo ponte romano (ponte1, sul torrente della Manda) accanto all'inizio del sentiero (S02-AV2). In questa zona vi sono alcuni piccoli slarghi sulla strada ma non un vero e proprio parcheggio, ve ne è uno piccolo poco più avanti, oltrepassato il bivio della strada per Crest, scendendo alla vicina frazione Frontiere. In ogni caso la partenza (S02-AV2) è a fianco del ponte romano sul Torrente della Manda (i tempi sono riferiti a questo punto) ove vi è un segnale su palina, con partenza da Pontboset aggiungere 10-15 minuti.

Il percorso dal ponte romano in realtà non è una semplice mulattiera ma una strada ripida e lastricata larga un paio di metri, percorribile da carri, un po' meno agevolmente da automezzi. Si sale lungo il torrente con alcuni tornanti, più avanti una traccia porta ad abbassarsi sino al torrente della Manda in una zona amena di cascatelle e laghetti. Proseguendo ci si innalza velocemente di quota e si raggiungono prima le poche case diroccate di Varesas (ore 0.15 dalla partenza) e poi il villaggio di Creux (ore 0.10 da Varesas, ore 0.25 dalla partenza presso il ponte1). Qua sono presenti tracce di vecchi sentieri ma nel 2012 non percorribili sia perchè in cattivo stato sia perchè l'alpeggio è recintato con rete (non filo) elettificata. Si segue così la strada tralasciando un'altra traccia di sentiero (vecchi-sen) e si ritorna sulla strada asfaltata (strada-asf, ore 0.05 da Creux, ore 0.30 tot.). Non resta così che seguire la strada comunale, ignorando nuovamente il vecchio sentiero che discende a Creux (sent-vec) e, volendo, poco sotto a Crest Desot anche l'ultima tratta che ha inizio da un tornante dove è posizionata una coppia di edicole votive (una nel tornante, l'altra a fianco il sentiero) poichè, nel 2012, anche questa è abbastanza invasa dalle erbe. Percorrendo la strada si arriva al parcheggio (park-crest) e all'abitato di Crest Desot (ore 0.25 dal ritorno sull'asfalto strada-asf, ore 0.55 totali). Il villaggio merita una visita per le caratteristiche case di tre-quattro piani che si sviluppano in altezza sul versante ripido della montagna, presenti una edicola votiva, una fontana lavatoio coperto in pietra doppia ed un bar-ristorante.

ITINERARIO DA PONTBOSET SINO A CREST DESOT (difficoltà E, sent. 2-AV2, tracciato GPS n° 89)

Un segnale su palina ad inizio del villaggio indica la prosecuzione del sentiero 2-AV2 per il Vallone di Brenve. Si salgono due ripidi tornanti, poi il sentiero si immette nel vallone con sviluppo pressochè pianeggiante, si oltrepassa una piccola sorgente e poi ci si affianca ad un canale irriguo completamente tombinato (alcuni segnali avvertono di non camminare sulla soletta di copertura per pericolo crolli). All'inizio di questo Ru troviamo il bivio per Crest Damon, raggiungibile in 15-20 minuti svoltando a destra, ove si trova un dortoir (bivio-cres, ore 0.10 da Crest Desot, ore 1.05 totali). Si prosegue lungo il ru, su un sentiero evidente anche se con pochi segnavia, pressochè rettilineo e pianeggiante, che dal lato a valle è munito di steccato in legno a causa della ripidezza della montagna. da Crest Desot si incontrano altre edicole votive, l'ultima delle quali si intravede in basso fra alberi e rocce che nascondono le poche case diroccate di Glairs (A_Glairs), raggiungibile con una breve deviazione da tracce di vecchi sentieri che si staccano dal nostro percorso in bivio-gl1 e bivio-gl2 (la deviazione, a parte il diroccato villaggio, ci portaa scoprire cascatelle e pozze d'acqua nel Torrente di Brenve, poco a valle del ponte).

Proseguendo lungo il ru, troviamo prima un bivio poco evidente se non per un segnavia su roccia con il numero 2B (bivio-2B), che a destra da accesso al Vallone di Brenve (lungo questo sentiero prosegue la successione di edicole votive) e poco dopo, un lungo ponte pedonale in legno sul torrente (ponte2, ore 0.20 dal bivio per Crest Damon, ore 1.25 totali). Si percorre l'intero ponte, notando a monte che il ru ed un altro analogo sulla destra orografica, si congiungono nel mezzo del torrente dove ricevono acqua. Raggiunta la destra orografica del vallone occorre proseguire lungo il secondo ru, questa volta camminando sopra la soletta che lo copre a livello del terreno. Il sentiero coincide con lo sviluppo del ru per circa 300 mt, poi troviamo un cancello che blocca il passsaggio e, sulla destra, una ripida scalinata di pietre sbozzate con il segnavia Alta Via 2 (scala, ore 0.05 dal ponte2, ore 1.30 totali).

Si risale la scala ritrovando il sentiero in gran parte lastricato più a monte, che si sposta verso sinistra. Dall'inizio della scala il percorso si fa decisamente ripido, più sopra si raggiungono alcune pareti rocciose (rocce, forse il tratto più ripido, con gradini in pietra e parapetti in legno), poi si svolta nuovamente a destra/sinistra ed il sentiero diviene sterrato, con diversi gradini ricavati con ciocchi di legno a trattenere il terreno. Ignoriamo una traccia poco battuta verso sinistra che porta all'Alpe Larsin (bivio-tra1, segnale AV2 su roccia) e, dopo circa 20' di salita ripida, si arriva alla sommità del fianco della montagna, in corrispondenza di un rudere (ore 0.20 dall'inizio della scala, ore 1.50 totali). Da questo punto il percoso si fa meno tipido ma anche meno evidente, la mulattiera è sempre lastricata ma più sconnessa ed inerbita (attenzione, è sintomo di umidità). Tralasciata un'altra traccia che porta a Larsin (bivio-tra2), e seguendo il sentiero si compie una lunga S, mentre il bosco si apre e lascia intravedere dal basso l'alpeggio ed il Santuario di Retempio. Un ultimo rettilineo lastricato ci porta innanzi all'alpeggio (A_Retempio) dove è presente un segnale su palina, poi prosegue sulla destra sino al santuario (retempio, ore 0.25 dal rudere, ore 2.15 totali) passando a fianco una fontana (fonte). Un'altra fontana si trova sull'altro lato dell'alpeggio, vicino alla stalla. Il sentiero prosegue oltre il santuario, appena sopra a quello che dal basso appare come un cilindro di pietrame e si rivela essere invece una specie di pulpito, sulla sinistra della chiesa.

RIENTRO

Stessa via in circa ore 1.00 da Retempio a Crest Desot, ore 0.45-0.50 da Crest Desot a Pontboset, inizio sentiero (tot. ore 1.45 da Retempio a Pontboset, inizio sentiero).

N.B.:questo sito non utilizza cookies in nessun modo, per maggiori informazioni vedere la pagina Informativa cookies

*

Attenzione: questa pagina fa parte del sito www.msmountain.it. Se stai leggendo questa pagina, o parte del suo contenuto, in un altro sito, o se trovi la stessa pagina priva di questa dicitura, si tratta di una riproduzione non autorizzata il cui contenuto può anche differire dalla pagina originale. Eventualmente puoi segnalare la pagina sospetta al webmaster - (c) 2015 - www.msmountain.it - Tutti i diritti riservati, nessun contenuto di questa pagina può essere riprodotto senza autorizzazione. Per informazioni sul copyright vedi Nota del webmaster.

Galleria fotografica dell'escursione
Escursioni Gallerie fotografiche Rifugi e bivacchi Mappe schematiche

*

Avici Images Ayas Voyages Around my world Appunti e varie
Home Page